Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Recovery plan Brexit Coronavirus
Cyril Mangin è statto un centrocampista dell’Usg (maglia n°18). Francese, arrivò a Bruxelles nel 2002 dal Metz. Nella capitale belga venne per motivi di studio. Studiava e giocava a calcio. E' morto di leucemia nel 2004 , a 20 anni. Da allora ogni due si tiene un torneo in suo onore

I Club Bruxelles di Toro e Fiorentina al torneo benefico dell'Union Saint-Gilloise

Bruxelles – Solidarietà, amicizia, rispetto reciproco. Lo sport come festa, come dovrebbe essere insomma, e come Bruxelles proporrà a grandi e piccini sabato prossimo, per la settima edizione del torneo di calcio intitolato a Cyril Mangin, giovane centrocampista dell’Union Saint-Gilloise fermato presto, troppo presto, dalla leucemia. I tifosi dello storico club belga si affrontano in una competizione a carattere benefico con i sostenitori delle squadre di calcio gemellate con l’Union, per raccogliere fondi a sostegno della ricerca per curare il male che nel 2004 portò via il giovane giocatore giallo-blu.

Panaitōlikos (Grecia), Rfc Liegi (Belgio), Cercle Brugge (Belgio), Genk (Belgio), Torino (Italia), Sporting Lisbona (Portogallo), Union Saint-Gilloise (Belgio), Sedan (Francia), Remilly (Francia), e poi i gruppi di sostenitori dell’Union, Les Apaches, Union Bhoys e la loro parte italiana: queste le squadre che il 9 giugno per l’intera giornata solcheranno il terreno di allenamento dell’Union Saint-Gilloise (il “Plaine de Sport Corneille Barca”, Route de Lennik 1015, Anderlecht), per la coppa Cyril Magin e la possibilità di una giornata all’insegna del divertimento e dello stare insieme. I greci all’ultimo momento hanno dovuto dare forfait, e al loro posto parteciperà il Fiorentina club Bruxelles.

Due gironi da sei squadre, con semifinali e finali da disputare tra le prime due qualificate di ogni gruppo (ogni prima gioca contro la seconda dell’altro girone). Partite da 30 minuti l’una, con tre punti in caso di vittoria, uno o due in caso di pareggio (risultato, quest’ultimo, non ammesso e quindi in caso di parità si va ai rigori e chi vince prende un punto in più). Le regole sono le stesse di sempre: chi commette falli cattivi, da cartellino rosso, può essere espulso per l’intero torneo. “Ma in genere i giocatori fanno i bravi, non si verificano mai situazioni di questo tipo”, spiega Renaud, tra gli organizzatori della manifestazione.

Lo speciale torneo è ormai una tradizione per la città di Bruxelles. Ogni due anni i tifosi si danno appuntamento per ricordare la giovane promessa del calcio Cyril Mangin, insegnando i valori sani dello sport. I partecipanti cambiano ogni edizione, e per la seconda volta il Toro Club Europa Granata Bruxelles ha l’onore di essere inclusa tra le presenti. Per la prima volta, causa forfeit dell’ultimo minuto Panaitōlikos, parteciperanno anche i tifosi fiorentini, e non è escluso un derby tutto italiano nell’ambito della manifestazione.

Ogni squadra partecipante offre gadget ufficiali vecchi e nuovi della propria squadra del cuore, oggetto di una lotteria il cui ricavato quest’anno andrà a favore dell’associazione HappyClowns, piccola onlus belga attiva nella lotta alla leucemia. Gli organizzatori privilegiano le piccole realtà – sempre belghe e possibilmente brussellesi – perché quelle che più hanno bisogno di sostegno. Il Toro Club Bruxelles offrirà una maglia, una sciarpa e un berretto. Il kit del tifoso, insomma. Quello vero.

Il 9 giugno la settima edizione della coppa Cyril Mangin, dedicata a un giovane calciatore dell'USG morto troppo presto. I granata alla manifestazione per la seconda volta, debutto per la Viola
L'accesso agli articoli è riservato agli utenti iscritti o abbonati
ISCRIVITI o ABBONATI
Sei già iscritto o abbonato? Effettua il login
Exit mobile version