Sostieni
il giornalismo di qualità
ABBONATI ORA
HOT TOPICS  / Recovery plan Brexit Coronavirus

Farm to Fork, la Commissione Ue chiede il parere dell'EFSA sull'etichettatura nutrizionale

Bruxelles – L’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) fornirà entro marzo 2022 un parere scientifico alla Commissione Europea per lo sviluppo di un sistema comune europeo di etichettatura nutrizionaleNella sua strategia Farm to Fork (Dal campo alla tavola) pubblicata a maggio, l’Esecutivo comunitario ha chiarito che vuole proporre entro fine 2022 un’etichettatura nutrizionale armonizzata e obbligatoria a livello europeo da posizionare sulla parte anteriore della confezione dei prodotti. 

Per questo ha chiesto all’EFSA un parere scientifico sui “nutrienti importanti per la salute pubblica per la popolazione, sui componenti non nutritivi del cibo” (come l’apporto energetico) e sui gruppi “alimentari che hanno ruoli importanti nelle diete delle popolazioni e dei sottogruppi europei”. I criteri che saranno definiti dall’EFSA dovrebbero guidare l’Ue nella scelta dei nutrienti e di altri componenti non nutrienti degli alimenti che serviranno a definire i profili nutrizionali dei prodotti da inserire sull’etichetta.

Etichettatura ‘NutrInform Battery’

La decisione della Commissione di armonizzare un sistema comune ha riaperto un dibattito molto sentito in Italia, da sempre contraria all’introduzione obbligatoria di un sistema di etichettatura per i prodotti agroalimentari sulla scia del Nutriscore convinta che possano “svantaggiare” gran parte del suo export agroalimentare. A gennaio 2020, il governo italiano in collaborazione con la filiera agroalimentare ha presentato a Bruxelles la propria proposta di etichettatura a batteria (‘NutrInform Battery’) che si basa su un simbolo “a batteria” che indica ai consumatori l’apporto nutrizionale degli alimenti in rapporto al suo “fabbisogno giornaliero e al corretto stile alimentare, evidenziando la percentuale di calorie, grassi, zuccheri e sale per singola porzione rispetto alla quantità raccomandata dall’Unione europea”.

L'Autorità europea per la sicurezza alimentare dovrà fornire entro marzo 2022 una valutazione scientifica per lo sviluppo di un sistema di etichettatura nutrizionale armonizzato a livello europeo, la cui introduzione è prevista entro due anni. Sceglierà quali sono i nutrienti importanti per la salute pubblica, i componenti non nutritivi del cibo e gli altri gruppi alimentari che hanno ruoli importanti nelle diete.
L'accesso agli articoli è riservato agli utenti iscritti o abbonati
ISCRIVITI o ABBONATI
Sei già iscritto o abbonato? Effettua il login

ARTICOLI CORRELATI

Green Economy

Efficienza edifici, l'UE verso standard minimi di prestazione energetica nella nuova direttiva

Aperta fino al 22 giugno la consultazione pubblica sulla revisione della direttiva sul rendimento energetico nell'edilizia per incontrare l'obiettivo di raddoppiare il tasso di rinnovamento energetico annuale delle abitazioni e degli edifici non residenziali entro il 2030, come previsto dalla strategia Renovation Wave. La direttiva confluirà nel pacchetto normativo "Fit for 55"
Exit mobile version